Le Madie, mobili polifunzionali

Nel corso degli anni le case si sono totalmente trasformate, assumendo sempre un maggiore carattere, una nuova estetica, una diversa funzionalità. Oggi si gioca molto sulla separazione degli spazi, sulla polifunzionalità degli elementi e sull’integrazione degli stessi.

Le case di una volta

prova ad osservare le case costruite alcuni decenni fa: si presentano tutte con la suddivisione rigorosa in stanze separate, la cucina, il salotto, le camere da letto.

Oggi la struttura delle case moderne tende agli spazi unici, solo con le camere da letto separate dal resto della casa, altrimenti i grandi spazi suddivisi solo virtualmente sono prevalenti.

Non più, quindi. muri di separazione trai diversi ambienti ma separazioni ottenute tramite scaffali, mobili libreria con alternanza di spazi chiusi e spazi a giorno, mobili modulari per dare diverse forme, altre prospettive.

Le cucine di un tempo

Anche nelle cucine si trova la differenza abissale tra quelle di un tempo e quelle attuali. Nelle cucine di un tempo tutti gli elementi erano separati: esisteva una credenza con ante in cui riporre diverse cose, piatti, bicchieri, eccetera mentre il frigorifero, la cucina, un piano lavoro costituito dal piano di un mobiletto, tutto era separato, con diversi stili, magari e anche colori differenti.

Le cucine attuali sono cucine componibili, tutto è integrato, incassato, spesso mascherato in modo tale che a colpo d’occhio non si riesce ad identificare il frigo dal resto della cucina.

In ogni caso la linearità, l’integrazione tra gli elementi è la caratteristica principale. La tecnologia ha fatto passi da gigante e oggi, le cucine più moderne e di design sono connesse, anche con piani di lavoro con comandi integrati.

Questi permettono dalla cucina, mentre si preparano gustosi manicaretti, di tenere sotto controllo ogni funzione della casa, grazie anche allo sviluppo della domotica, sempre più alla portata delle persone anche dal punto di vista economico.

Addio alle vecchie credenze

Certamente belle le credenze e i Buffet di un tempo, apprezzabili e calde ma con la funzione limitata alla loro precipua utilità.

Le credenze di una volta oggi sono sostituite da moderne Madie, mobili super attrezzati e con spazi progettati per contenere qualsiasi cosa, dai servizi per la tavola a oggetti decorativi, spesso giocando con l’alternanza degli spazi chiusi e a giorno.

Le moderne madie superano il concetto di mobile con singola funzione per diventare mobili polifunzionali non soltanto dal punto di vista di ciò che possono contenere ma anche per realizzare nella casa separazioni virtuali di ambienti, cosa che le vecchie credenze non potevano assolutamente fare.

Le moderne madie sono anche predisposte per accogliere oggetti tecnologici, con spazi previsti per far passare i cavi in assoluto ordine e in modo occultato.

Come sono le Madie moderne

Le Madie moderne sono generalmente basse e larghe,, proprio per consentire anche la separazione di ambienti senza racchiudere lo spazio, a favore della luminosità e della prospettiva.

Diversamente, appoggiate ad una parete, occupano lo spazio orizzontale lasciando libero quello verticale per un migliore utilizzo, per posizionare delle mensole o elementi pensili.

Anche il piano superiore delle Madie può essere sfruttato in diversi modi, per accogliere libri o apparecchi tecnologici, per la TV o oggetti decorativi.

Le Madie possono essere dotate di piedini per l’appoggio a terra oppure essere pensili, lasciando completamente libera la superficie del pavimento.

Cassetti, elementi a giorno o con alte, sono molte le composizioni possibili ma la loro profondità, compresa tra i 45 e i 55 cm le rendono difficilmente collocabili nei corridoi e in spazi ristretti.

I colori delle madie

Le moderne madie sono presenti sul mercato sia in stili e colori più classici, in tinta legno abbinata a tessuti colorasti,  ad esempio, fino anche a colori decisamente più vivaci ed originali per creare a livello visivo diverse percezioni dei volumi e cambiare la percezione di profondità e prospettiva.

In questo periodo perché non utilizzi il piano della tua Madia per ospitare il tuo Presepe?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *